Caricamento in corso... Si prega di attendere.
Chiama il 0041 76 325 27 69

Chiama il +41 76 325 27 69

Alopecia maschile: la Scala Norwood-Hamilton

I gradi di avanzamento dell'alopecia o calvizie maschile: dal I stadio all'alopecia universale

Alopecia maschile: la Scala Norwood-Hamilton

L'avanzamento della calvizie maschile o alopecia androgenetica maschile, è stato codificato per la prima volta da James B. Hamilton negli anni ’50.

Diversamente da ciò che avviene per le donne, la calvizie maschile è caratterizzata dalla caduta dei capelli nelle zone superiori e fronto-parietali del cuoio capelluto. In origine la scala di Hamilton rappresentava l’avanzamento della calvizie maschile in 5 stadi: negli anni '70 Norwood ha perfezionato la scala, aggiungendo alcuni livelli intermedi nel processo di degenerazione progressiva della caduta dei capelli. Oggi, la scala Norwood-Hamilton rappresenta il più importante ed efficace strumento per la classificazione univoca della calvizie negli uomini.

Gli stadi identificati rappresentano la quantità di capelli che si dirada progressivamente sulla superficie del cuoio capelluto. Dallo Stadio I (vedi figura) - nel quale la calvizie è poco significativa ma comincia ad evidenziarsi una leggera stempiatura -, fino ad arrivare allo Stadio VII, nel quale il diradamento capelli dell'area fronto-parietale e della parte superiore della testa è quasi totale e si può davvero parlare di "calvizie".

Alopecia maschile: la Scala Norwood-Hamilton

La Scala Norwood-Hamilton individua 7 livelli di avanzamento con le relative varianti della calvizie o alopecia androgenetica maschile:

  • I STADIO. Si evidenziano le prime tracce di recessione lungo l’attaccatura anteriore della regione fronto-temporale. In questo primo stadio di calvizie la caduta di capelli è ridotta e contenuta;
  • II STADIO. La recessione dell’attaccatura si fa più visibile nella regione fronto-temporale. La quantità di capelli caduti comincia ad essere piuttosto significativa e il cuoio capelluto appare visibilmente diradato al centro della parte frontale dello scalpo. Lo stadio lascia ben presagire che la calvizie raggiungerà livelli preoccupanti nell'arco dei successivi 5-10 anni;
  • II STADIO a. La recessione dell’attaccatura è più marcata rispetto allo stadio precedente;
  • III STADIO. È lo stadio della calvizie conclamata. Le stempiature sono profonde e tendenzialmente simmetriche; la recessione nella regione fronto-temporale si estende a tutta la zona, rimasta semi-calva o con capelli assai diradati. Molto probabilmente la calvizie avanzerà rapidamente negli anni successivi;
  • III STADIO a. È una variante del III livello nella quale la caduta di capelli interessa una recessione frontale che supera il livello dello stadio precedente. Questo tipo di calvizie è frequente in età avanzata, ma può verificarsi precocemente in alcuni soggetti giovani, nei quali precede la perdita di capelli nella zona frontale;
  • III STADIO vertex. E’ una variante del III stadio in cui al diradamento lungo le tempie segue l'evidente caduta dei capelli al vertice.
  • IV STADIO. La recessione frontale e fronto-temporale si fa più decisa ed evidente. Il diradamento dei capelli si estende anche alla zona del vertice. La progressione delle stempiature è tale da essere ben presto seguita da una calvizie piuttosto marcata;
  • IV STADIO a. Il diradamento dei capelli si estende anche alla zona del vertice;
  • V STADIO. L’avanzamento dell’alopecia è tale che l’area di capelli che separano la regione del vertice da quella fronto-temporale è assai limitata: se l’aumento della calvizie continua ad avanzare con un tale regime, in pochissimi anni le due regioni si uniranno in un’unica area calva o semi-calva;
  • V STADIO a. Stadio avanzato di calvizie. La regione del vertice e fronto-temporale sono praticamente unite;
  • VI STADIO. La calvizie nelle regioni fronto-temporale e del vertice confluiscono ora in un’unica area indistinta. A questo punto la caduta di capelli si sta estendendo anche nell'area laterale e posteriore;
  • VII STADIO. Una volta raggiunto questo livello, il paziente si può davvero considerare calvo. Ciò che resta è una ridotta striscia di capelli che corona la testa lateralmente da un orecchio all’altro. La calvizie maschile ha raggiunto il massimo grado di avanzamento.

Di fatto, impiegando la scala Norwood, si può cominciare a parlare di calvizie vera e propria soltanto se si raggiunge lo stadio III vertex. Gli stadi che precedono quest’ultimo, oltre ad essere presenti in molti soggetti di sesso maschile, non sempre deteriorano con l’avanzare degli anni e più che di calvizie si può parlare più giustamente di alopecia fronto-parietale maschile di tipo fisiologico, la classica stempiatura visibile in moltissimi uomini a partire da una certa età in poi.

Corso Trucco Permanente Base
Ottobre
Prima sessione giovedì 6
venerdì 7
sabato 8
domenica 9
Seconda sessione giovedì 20
venerdì 21
sabato 22
domenica 23
Novembre
Prima sessione giovedì 10
venerdì 11
sabato 12
domenica 13
Seconda sessione giovedì 24
venerdì 25
sabato 26
domenica 27
Dicembre
Prima sessione giovedì 1
venerdì 2
sabato 3
domenica 4
Seconda sessione giovedì 15
venerdì 16
sabato 17
domenica 18

 

Studio Elvetico Dermopigmentazione MARIA GRAZIA ALPEGGIANI ACCADEMIA
Sede: Caraa de Toveda, 188 6535 Roveredo GR Svizzera
Mob. 41 76 325 27 69 - E-mail: info@mgalpeggiani.com

© 2018 - Tutti i diritti riservati
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI